0

Employer Branding e Brand Equity: il contributo dell’EB nella costruzione della brand image e della brand identity

A cura di: Gianluca Infante, Francesco PetramalaValeria PiazzaClara Spedicato – Master in Marketing Management

Scarica il Project Work completo “Employer Branding e Brand Equity”

Il project work ha come centro di interesse l’Employer Branding e la Brand Equity. Inoltre ha focalizzato il contributo dell’Employer Branding nella costruzione della Brand Image e della Brand Identity. Il working group, pertanto, ha posto al centro della sua attenzione il ruolo che l’Employer Branding ha nell’influenzare il Brand Equity, ovvero la Brand Identity e la Brand Image. Per raggiungere il target proposto si è proceduto all’analisi della storia del EB, focalizzando l’attenzione su alcune teorie, che hanno posto le basi per la sua nascita, e senza trascurare la valenza della brand equity sia come valore che come patrimonio d’immagine del brand per un’azienda. Le Aziende che il working group ha analizzato nella ricerca come esempi che possono rappresentare al meglio l’argomento di studio, sono Ferrero, Ferragamo e Schneider Electric. Le prime due Aziende hanno sempre posto al centro della loro attenzione il consumatore finale e, pertanto, sono da considerare Business to Consumer (B2C): attuano sempre politiche di marketing incentrate sull’attrattività. Invece, Schneider Electric ha come punto di riferimento clienti che non sono ricollegabili direttamente al consumatore finale, in quanto essi si relazionano direttamente con altre Aziende, attraverso partnership o acquisizioni, ed è pertanto considerata Business to Business (B2B). Lo studio permette di mettere in evidenza come tutte queste Aziende abbiano un diverso Employer Branding e, conseguentemente, presentino una diversa influenza di questo sulla Brand Equity. Durante le varie fasi dello studio sono state effettuate ricerche e survey per capire in che modo queste tre Aziende vengano percepite dai consumatori finali. L’esito è stato veramente sorprendente, in quanto ha rivelato esservi una forte influenza dell’Employer Branding sulla Brand Equity, sia in positivo che in negativo. Inoltre, ha evidenziato come lo strumento dell’Employer Branding – nel ruolo di accomunare il marketing e la comunicazione aziendale alle risorse umane – abbia dei margini di miglioramento molto alti, in favore dei dipendenti dell’Azienda e dei consumatori.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr
Gianluca Infante

Gianluca Infante

Lascia una risposta