0

La gestione della supply chain e l’impatto sulla brand reputation – Project Work Master ISTUD

Project Work a cura di Lorenzo Nelli, Leonardo Antonio DellipontiMartina Danese – Master in Marketing Management 2017-2018

 

Scarica il Project Work completo “La gestione della supply chain e l’impatto sulla brand reputation”

 

Osservando il rapporto tra brand e supply chain appare di primaria importanza la valutazione del rischio, questa è rivolta ad una tutela dell’immagine dell’azienda. Riconoscendo il valore di questo processo abbiamo trovato di primario interesse una analisi della Corporate Social Responsibility svolta in relazione alla attuazione della stessa in una grande azienda multinazionale.

Questo elaborato si pone l’obbiettivo di osservare un eventuale passaggio da uno stato di Corporate Social Responsibility volto ad una semplice tutela di immagine dell’azienda, ad uno dove l’attività sia rivolta ad una maggiore valorizzazione del brand in termini etici.

L’elaborato utilizza un metodo di indagine che ha come obiettivo la conferma del processo di valorizzazione del Corporate Social Responsibility. La portata del lavoro rimane, tuttavia, di limitate dimensioni, in quanto l’analisi si sviluppa intorno ad un’unica società Zara; facente parte del conglomerato Inditex.

L’analisi di Zara, il più grande retailer al mondo per vendite nel settore della fast fashion (segmento inventato dalla compagnia stessa), è svolta adottando due strategie; viene prima analizzato il report di sostenibilità fornito dall’azienda stessa, per poi passare allo studio del report Sacom, dal quale si evince una non perfetta corrispondenza tra quanto dichiarato e la realtà dei fatti. L’analisi viene infine implementa dal breve studio di un caso problematico per Inditex, e ne analizza rapidamente le ripercussioni sul valore delle azioni, osservando inoltre le misure adottate da zara in seguito ad una grave crisi che ha colpito il settore tessile, quale il crollo del Rana Plaza.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr
Lorenzo Nelli

Lorenzo Nelli

Lascia una risposta