0

Zucchetti: la passione come vettore dell’innovazione – Domenico Uggeri al Master ISTUD

Articolo a cura di Simona Patti e Marco Cesare Purita – Master in Risorse Umane 2017-2018

La tecnologia al servizio dell’uomo è sempre positiva” così il Dott. Domenico Uggeri, vice presidente di Zucchetti, esordisce nella testimonianza che si è tenuta il 19 febbraio 2018 presso la sede di Baveno di ISTUD. Il Dott. Uggeri ha iniziato la sua carriera professionale presso una multinazionale di ingegneria, dove ha avuto modo di approfondire le sue conoscenze riguardo i software e le loro caratteristiche; in seguito, nel 2009, dopo una brillante carriera, è stato nominato vicepresidente della società Zucchetti. Zucchetti è una società all’avanguardia, che punta ad ottenere vantaggi competitivi non indifferenti grazie alla produzione e commercializzazione di software gestionali che riguardano l’erogazione di servizi essenziali per un’azienda, ad esempio nel settore delle risorse umane.

La storia dell’azienda inizia negli anni ’70 con l’apertura dello studio commercialista di Domenico Zucchetti, che realizzò il primo software in Italia per la dichiarazione dei redditi. Il software ebbe successo su scala nazionale e, nel 1978, fu fondata la società Zucchetti. L’azienda, tra gli anni ottanta e duemila, si espanse in Italia e all’estero arricchendo la propria offerta con gestionali-ERP, soluzioni per la gestione del personale, sistemi di sicurezza e automazione. Il gruppo, dunque, ha aperto le sue sedi in tutto il mondo: in Brasile, Germania, Romania, Stati Uniti, Spagna, UK, Francia e Svizzera.

I valori importanti imprescindibili per l’azienda sono: l’ascolto dei clienti, l’attenzione alle proprie risorse umane, e infine, la ricerca di idee innovative. Si tratta, dunque, di un ambiente giovane e dinamico in cui l’età media dei dipendenti è di 35 anni. Questi sono i fattori che rendono Zucchetti un’impresa importante per il territorio italiano e per il suo futuro.

Per noi, studenti del Master in Risorse Umane e Organizzazione, Zucchetti ha preparato la presentazione della sua piattaforma gestionale “Infinity”. Come riportato sul sito web aziendale “con Infinity Zucchetti, l’azienda diventa un Virtual Workspace, accessibile ovunque da desktop o dispositivi mobile: rendere accessibili le informazioni, eseguire transazioni in tempo reale e collaborare con gli utenti interni ed esterni all’ecosistema aziendale, significa semplificare le attività quotidiane e massimizzare l’efficienza.”

La piattaforma, è suddivisa in due versioni, per soddisfare le due tipologie di clienti del panorama italiano: le medio-grandi e le piccole e medie imprese (queste ultime costituiscono, infatti, la stragrande maggioranza del tessuto produttivo italiano). La piattaforma ci è stata mostrata dal Dott. Alberto Cazzulani, responsabile di tecnologie e sistemi business unit HR in Zucchetti, entrato a far parte dell’azienda dal 1998. Il software è stato definito come ”una piattaforma totalmente integrata e completa con database realmente unificato e con un’interfaccia web-based e responsive per il mobile estremamente user friendly”. Ed è proprio questo che rende competitiva ed estremamente innovativa la piattaforma: la completezza e la user experience, ormai fondamentale per la commercializzazione di un qualsiasi prodotto.

Zucchetti punta ad espandersi e ad affermarsi sempre più come azienda globale orientata al futuro, mantenendo però un’adattabilità ed estendibilità delle soluzioni per migliorare il business dei propri clienti. Con un fatturato di 466 milioni di euro nel 2017 di cui il 30% circa derivante dall’estero, Zucchetti conferma la sua volontà di espandersi nel mondo.
È importante citare una frase del Dott. Cazzulani, che rappresenta pienamente il mondo in continua evoluzione in cui viviamo oggi e la necessità di adeguamento sentita dalle singole imprese: “Chi non si adegua perde di competitività; c’è una fortissima compressione del tempo di obsolescenza delle tecnologie; l’aumento della richiesta di soluzioni con elevati livelli di sicurezza”.

Per concludere vorremmo, a nome dei partecipanti al Master in Risorse Umane e Organizzazione, ringraziare calorosamente il Dott. Uggeri e il Dott. Cazzulani per averci illustrato una realtà così dinamica e vivace come è Zucchetti, trasmettendoci i valori fondamentali che l’hanno portata a distinguersi così tanto sullo scenario italiano in primis, ma anche oltre i confini nazionali.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr
Simona Patti

Simona Patti

Lascia una risposta